Criteri e metodo per la selezione dei progetti

  • Condividi su:
Uno degli aspetti fondamentali della attività istituzionale di Mission Bambini è la scelta dei progetti a cui assegnare le risorse economiche raccolte dai propri sostenitori. Questa attività deve essere fatta con grande obiettività e senso di responsabilità nei riguardi dei bambini e con totale trasparenza nei confronti dei donatori che hanno fornito le risorse da destinare ai progetti.
È perciò fondamentale che venga applicato un metodo di selezione dei progetti con parametri di valutazione oggettivi e che il metodo sia applicato con totale autonomia e indipendenza di giudizio.

Il metodo utilizzato fino al 2005 prevedeva l'analisi di 8 parametri: nel 2006 è stato rivisto ed arricchito di altri due parametri. I criteri per la valutazione sono quindi passati da 8 a 10.
Responsabile dell'applicazione del metodo di selezione dei progetti è il Comitato Tecnico di Mission Bambini che si riunisce settimanalmente per assegnare a ciascun progetto il punteggio con il metodo di seguito indicato.

Il Comitato tecnico assegna a ciascun parametro un punteggio variabile tra 0 e un valore massimo di 10 (si veda la tabella sottoriportata). Valutando la situazione specifica della vita dei bambini beneficiari del progetto, quella del Paese in cui essi vivono e le caratteristiche del progetto è possibile assegnare un punteggio a ciascun parametro e di conseguenza un punteggio totale al progetto. Al termine della valutazione i progetti vengono classificati in ordine decrescente di punteggio e i fondi vengono assegnati ai progetti con punteggio più alto fino al limite della disponibilità dei fondi.

Parametri di selezione dei progetti Punteggio massimo
1) Povertà economica e di beni di sussistenza dei bambini 10
2) Malattia o handicap dei bambini 10
3) Istruzione scolastica dei bambini 10
4) Emarginazione sociale dei bambini 10
5) Urgenza e gravità dei problemi presenti nella vita dei bambini 10
6) Coerenza, chiarezza ed efficacia tra i bisogni dei bambini ed il progetto proposto 10
7) Numero di bambini direttamente aiutati 10
8) Benefici del progetto sulla comunità locale 10
9) Sostenibilità economica e gestionale del progetto 10
10) Capacità del richiedente di gestire il progetto 10
Totale 100


Con questo sistema di analisi, il Comitato Tecnico provvede a esaminare tutte le richieste di finanziamento che pervengono a Mission Bambini e le sottopone all'approvazione del Consiglio di Amministrazione. Per ogni progetto approvato, viene sottoscritto un contratto etico dall'organizzazione locale che ha richiesto l'aiuto, nel quale sono riportati i dati principali del progetto unitamente alle fasi di attività in cui si articola il progetto.

Ove richiesto da esigenze di progetto, per ciascuna fase è prevista l'erogazione anticipata di una quota dei fondi totali assegnati al progetto. L'erogazione della fase successiva è vincolata alla presentazione di un report periodico che si compone di:
  • report descrittivo sull'andamento del progetto
  • report finanziario sull'utilizzo dei fondi erogati
  • report fotografico che mostri i bambini beneficiati e l'efficacia dell'intervento
Il contratto etico costituisce "l'impegno morale" dell'organizzazione locale e del Responsabile del progetto a raggiungere gli obiettivi previsti nel contratto etico e quindi a migliorare la qualità di vita dei bambini.