Perché fare testamento?

Quando bisogna fare testamento?

Fare testamento è una operazione complicata?

Quali sono le forme di testamento?

Cosa si deve fare prima di stilare un testamento?

Da cosa è costituito il patrimonio ereditario?

Come si calcolano le quote?

Si può lasciare la "porzione disponibile" a una associazione benefica?

Se decido di fare testamento a favore di Mission Bambini posso scegliere la destinazione della mia offerta?

Come vengono utilizzati i lasciti da Mission Bambini?

Il mio gesto potrà essere ricordato?

Si paga la tassa di successione?

Che cosa bisogna scrivere per fare testamento a favore di Mission Bambini?

Cosa sono e come si effettuano le donazioni in memoria?



Perché fare testamento?
Fare testamento è, prima di tutto, un gesto di responsabilità verso i propri cari perché ne tutela i diritti. Ti consente, nel rispetto della legge, di esprimere le tue volontà, di evitare conflitti di famiglia, di salvaguardare i diritti delle persone che ti stanno più a cuore. Fare testamento assicura che le tue volontà siano rispettate. Tutti possono fare testamento. Perché fare testamento è semplice e necessita di poco tempo. Inoltre, in qualunque momento, tu puoi aggiornare, modificare e addirittura rifare il tuo testamento. Fare testamento può diventare un gesto di straordinario valore per sostenere una "buona causa".

torna su «


Quando bisogna fare testamento?
Non è mai troppo presto per pensare al futuro dei propri cari e delle persone cui teniamo. L'ideale è fare testamento con calma, quando si è tranquilli, lucidi, sereni e non nei momenti drammatici o tragici della vita.
Infatti il testamento si può sempre aggiornare o modificare senza alcuna difficoltà.

torna su «


Fare testamento è una operazione complicata?
Fare testamento non è complicato, basta rispettare alcune regole di base. Le disposizioni testamentarie devono essere espresse chiaramente per non dare adito a interpretazioni controverse.

torna su «


Quali sono le forme di testamento?
La forma più semplice è quella del testamento olografo, cioè il testamento scritto per intero di proprio pugno. E' valido se è scritto per intero, datato e sottoscritto di mano dal testatore.

Richiede quindi tre requisiti:
a) autografia: deve intendersi la scrittura abituale del testatore, perciò non deve ritenersi ammessa la scrittura in stampatello a meno che essa non sia abituale del testatore;
b) sottoscrizione: che è la firma e deve essere apposta alla fine delle disposizioni testamentarie;
c) data: giorno, mese, anno, da apporsi meglio prima della sottoscrizione.

Può essere redatto in qualsiasi momento ed in qualsiasi momento può essere modificato o revocato sempre seguendo i tre requisiti sopra indicati. Meglio farne tre copie, di cui una da conservare, una da dare a una persona di fiducia e per maggiore sicurezza una da consegnare ad un notaio.

Altra forma di testamento è quella per atto di notaio, o pubblico, nella quale è il notaio a redigere per iscritto le volontà espresse dal testatore, in presenza di due testimoni. In questo modo il testamento avrà piena efficacia probatoria sia sotto il profilo dell'autenticità, sia sotto quello della capacità di agire del testatore. Esiste anche il testamento segreto, nella pratica assai poco utilizzato. Il testamento per atto di notaio sarà indispensabile nel caso in cui il testatore non sia in grado di redigere, sottoscrivere e datare personalmente, di proprio pugno, il testamento. Comunque una consulenza qualificata da parte di un giurista, notaio o avvocato, potrà aiutare il testatore a dare alle proprie volontà la forma più appropriata, in modo che le disposizioni non siano suscettibili d'incerta interpretazione e possano avere piena efficacia.

torna su «


Cosa si deve fare prima di stilare un testamento?
È consigliabile stendere un elenco con nomi, cognomi e indirizzi di tutte le persone che si intende beneficiare. Inoltre è bene preparare una lista di tutte le proprietà e beni: conti correnti, automobile, polizze assicurative,
azioni, denaro contante, immobili.

torna su «


Da cosa è costituito il patrimonio ereditario?
Il patrimonio è costituito dalla quota "Legittima" che spetta per legge ai legittimari: i figli, il coniuge e i genitori. Le quote di successione legittima, determinate dalla parentela, devono essere rispettate. I diritti dei legittimari non possono essere lesi. Dal patrimonio si può scindere una parte detta "Porzione disponibile" che il testatore può devolvere a favore di un ente benefico.

torna su «


Come si calcolano le quote?
L'entità delle quote dipende dal numero dei figli e dell'esistenza in vita del coniuge e dei genitori.
Di seguito alcuni esempi:
  • con coniuge e un figlio: Legittima: 1/3 al figlio e 1/3 al coniuge - Porzione disponibile: 1/3
  • con coniuge e più figli: Legittima: 1/2 ai figli e 1/4 al coniuge - Porzione Disponibile: 1/4
  • con coniuge, senza figli e senza ascendenti: Legittima: 1/2 al coniuge - Porzione disponibile: 1/2
  • con coniuge, senza figli ma con ascendenti: Legittima: 1/2 al coniuge e 1/4 agli ascendenti - Porzione disponibile: 1/4
  • senza coniuge, con un figlio: Legittima: 1/2 al figlio - Porzione disponibile: 1/2
  • senza coniuge con più figli: Legittima: 2/3 ai figli - Porzione disponibile: 1/3
  • solo con ascendenti: Legittima: 1/3 agli ascendenti - Porzione disponibile: 2/3


torna su «


Si può lasciare la "porzione disponibile" a una associazione benefica?
Si può devolvere la quota disponibile a una associazione benefica, a una Fondazione o a un Ente morale. L'Ente deve essere specificato chiaramente nel testamento.

torna su «


Se decido di fare testamento a favore di Mission Bambini posso scegliere la destinazione della mia offerta?
Se decidi di fare un lascito in favore della Fondazione Mission Bambini, potrai scegliere la destinazione della tua offerta. Il tuo contributo potrà essere devoluto per progetti di aiuto ai bambini in Italia o nel mondo:
  • I progetti di Mission Bambini in Italia:
    Mission Bambini destina una quota dei propri fondi a sostegno di bambini che vivono in situazione di grave emarginazione sociale, povertà o disabilità in Italia. Se decidi, con il tuo lascito, di sostenere un progetto in Italia, potrai aiutare direttamente chi ti è più vicino, lasciando una traccia visibile di te nel Paese in cui sei vissuto.
  • I progetti di Mission Bambini nel mondo:
    Mission Bambini sostiene la costruzione e la riabilitazione di scuole, case di accoglienza, pozzi, reparti pediatrici. Se decidi, con il tuo lascito, di sostenere uno di questi progetti, potrai lasciare un segno concreto della tua presenza, che durerà nel tempo e potrà andare a beneficio di tante generazioni di bambini. In tutto il mondo.

    torna su «


    Come vengono utilizzati i lasciti da Mission Bambini?
    Ecco alcuni esempi concreti per darti un'idea di come potrà essere utilizzato un lascito:
  • Un lascito da 1.000 euro consente la profilassi per l'AIDS per 40 neonati africani.
  • Un lascito da 2.400 euro consente l'adozione a distanza di un bambino per 10 anni, per accompagnarlo in tutto il suo percorso scolastico.
  • Un lascito da 10.000 euro permette a 4 ragazzi italiani in difficoltà di ottenere una borsa-lavoro di sei mesi per allontanarsi dalla devianza e inserirsi nel mondo del lavoro.
  • Un lascito da 20.000 euro permette la costruzione di una casa-famiglia per bambini di strada in Brasile o per gli orfani in Africa.
  • Un lascito da 50.000 euro consente la costruzione di una scuola per almeno 100 bambini in Africa o in Asia.

    Se non desideri indicare la destinazione del tuo lascito ad un progetto specifico, puoi semplicemente indicare la Fondazione Mission Bambini. Noi ci impegneremo ad utilizzare la tua donazione nel migliore dei modi possibile, a seconda delle necessità.

    torna su «


    Il mio gesto potrà essere ricordato?
    Sulla struttura realizzata grazie al tuo aiuto potrà essere installata una targa di ringraziamento a tuo nome.
    Oppure, se si tratta di una donazione in memoria, potrà riportare una dedica alla persona che ami e che vuoi ricordare. La targa ricorderà per sempre la tua generosità o quella dei tuoi cari.

    torna su «


    Si paga la tassa di successione?
    L'intero ammontare del lascito, piccolo o grande, non sarà gravato di tassa di successione, proprio come avviene nel caso di una normale erogazione liberale. Un lascito a favore della Fondazione Mission Bambini, proprio come una donazione, è totalmente esente da imposte e viene quindi interamente utilizzato in favore dei bambini.


    torna su «


    Che cosa bisogna scrivere per fare testamento a favore di Mission Bambini?
    Ecco un esempio di testo semplice per eseguire un lascito testamentario in favore della Fondazione Mission Bambini:

    Data
    Io sottoscritto (nome, cognome),
    nato a (luogo di nascita), il (data di nascita),
    e residente in (indirizzo, numero civico, città),
    fatti salvi i diritti che la legge riserva ai miei eredi legittimari (coniuge, figli, genitori),
    in pieno possesso delle mie facoltà mentali, lascio alla Fondazione Mission Bambini quanto segue:

    descrivere ciò che si lascia, ad esempio: una somma di denaro, beni immobili, opere d'arte, gioielli, titoli, fondi di investimento, assicurazione sulla vita, "il mio intero patrimonio")

    Firma


    Cosa sono e come si effettuano le donazioni in memoria?
    "Non fiori, ma opere di bene" dice il proverbio.
    Esiste da sempre, in concomitanza di una scomparsa, l'attenzione a non fare dello spreco così come il desiderio di interpretare nel modo più nobile l'ultimo desiderio dello scomparso. Alla Fondazione Mission Bambini arrivano spesso dei versamenti che riportano messaggi come questi: "Questa donazione è in memoria della mia cara mamma" oppure "Era una persona molto sensibile e generosa, pertanto, con questa donazione pensiamo di interpretare bene i suoi desideri" oppure ancora "Avrebbe preferito così: non fiori ma opere di bene"; "Ci piace ricordarlo così, con una donazione".
    Così nascono le "donazioni in memoria". In questo caso non servono atti formali e non è necessario consultare un notaio. Per conoscere i riferimenti utili per effettuare la donazione in memoria, clicca qui.
    E, se vorrete rendere pubblico il vostro gesto, potrete fa rlo con una targa dedicata.
  • Lista compleanno

    04 Settembre 2008

    Volete festeggiare il vostro compleanno in modo davvero speciale?

    Rinunciate ai soliti regali e provocate un'onda di solidarietà. Create la vostra lista compleanno Solidale e suggerite ai vostri amici e parenti di regalarvi il più bello dei doni: una donazione per Mission Bambini.

    Potrete scegliere una campagna di aiuto ai bambini e potrete, con il nostro aiuto, definire anche la lista dei doni solidali, per esempio:

  • donazione da 10 euro: giocattoli
  • donazione da 20 euro: farmaci salvavita
  • donazione da 50 euro: calce e mattoni

    Per comunicare la vostra iniziativa avrete a disposizione una scheda della campagna ed una elegante pergamena con testo personalizzabile che spiega il senso del vostro gesto e dà le istruzioni e gli strumenti necessari per concretizzare le donazioni (riferimenti di conto corrente postale o bancario, causale da riportare, ecc.).

    La Fondazione Mission Bambini si impegna a ringraziare tutti coloro che parteciperanno al dono.

    Per ulteriori informazioni:
    Laura Leone
    Fondazione Mission Bambini
    Tel. 02.2100241
    E-mail laura.leone@missionbambini.org
  • Ecco perchè puoi fidarti della Fondazione Mission Bambini:

    1) siamo un'organizzazione italiana, laica e indipendente, regolarmente riconosciuta dallo Stato Italiano, che opera senza alcuna discriminazione di cultura, etnia e religione e nel rispetto dei diritti dei bambini e della loro privacy.

    2) siamo una ONLUS riconosciuta: tutte le donazioni fatte a nostro favore godono dei benefici fiscali previsti dalla Legge Italiana. 

    3) eseguiamo valutazioni oggettive e scrupolose dei progetti da sostenere, gestendo in maniera efficace le erogazioni, controllando costantemente l'avanzamento delle attività, tramite l'invio di esperti e di volontari sul campo che possono toccare con mano i risultati raggiunti grazie alla solidarietà. Nel solo 2012, sono partiti per l’estero 70 volontari.

    4) In tredici anni di attività, Mission Bambini ha sostenuto più di 1 milione di bambini, finanziando oltre 1.034 progetti di aiuto in 72 Paesi del mondo.

    5) pubblichiamo e certifichiamo annualmente il nostro bilancio sociale, grazie alla supervisione di una delle più grandi società di revisione a livello internazionale (Deloitte). Mission Bambini ritiene che la certificazione del bilancio sia una atto doveroso nei riguardi dei benefattori per assicurare, anche mediante lo strumento della revisione contabile, chiarezza e trasparenza nella gestione dei fondi raccolti.

    6) La nostra trasparenza e chiarezza sulla gestione dei fondi raccolti è stata riconosciuta anche da www.bilanciosociale.it, un portale che si occupa della realizzazione e analisi di Bilanci Sociali e Annual Report e si avvale della collaborazione e consulenza dei migliori professionisti del settore.

    7) Dal 2010 abbiamo ricevuto la Certificazione del sistema di gestione per la qualità  

    8) Mission Bambini conta su una rete nazionale di oltre 1.000 volontari, che fanno riferimento a 20 coordinatori provinciali, sempre volontari.

    9) Sul tema delle adozioni a distanza abbiamo aderito alle “Linee Guida per il Sostegno a Distanza di minori e giovani” emanate dall’Agenzia per le Onlus. Operiamo quindi nel pieno rispetto dei principi indicati nelle Linee Guida, garantendo ai sostenitori ed ai beneficiari trasparenza e qualità nei progetti, informazioni chiare e complete sul contributo versato a sostegno dei bambini e delle loro comunità di appartenenza.

    10) Mission Bambini è inoltre iscritta all'Anagrafe Nazionale del Sostegno a distanza e si è impegnata a condividere con oltre 80 associazioni italiane un percorso di autoregolamentazione e di qualità.


    Adotta subito un bambino a distanza. Anche se lontano dagli occhi sarà sempre vicino al tuo cuorePer aderire, clicca qui »



    Mission Bambini ha attivato in Africa, America Latina, Asia e Est-Europa 53 progetti concreti di adozione a distanza per offrire un futuro diverso a oltre 4.300 bambini. Se hai deciso di sostenere un bambino o un gruppo di bambini, i passi da compiere sono semplicissimi:

  • compila la scheda di adesione

  • effettua il primo versamento a sostegno dell'adozione.

    Per saperne di più sulle adozioni a distanza »
  •  

    CINQUE MODI CONCRETI PER DARE IL TUO CONTRIBUTO:

    Per effettuare le tue donazioni a favore dell'adozione a distanza hai a disposizione diverse modalità di versamento. In particolare Mission Bambini consiglia di scegliere la domiciliazione automatica delle donazioni tramite Rid, un modo semplice e veloce per ripartire le proprie donazioni in piccole quote che non peseranno sul bilancio familiare.

    Ti ricordiamo inoltre di effettuare la donazione sempre a nome della persona a cui è intestato il modulo di adozione e di indicare nella causale che la donazione è a favore dell'"Adozione a distanza".

    Queste sono le forme di versamento disponibili:

     

    DOMICILIAZIONE BANCARIA (RID)

    E' un modo semplice per offrire il proprio contributo periodico senza andare in posta o in banca. Se sei possessore di un conto corrente bancario, compila ed inviaci il modulo per la domiciliazione.

    Scarica il modulo domiciliazione bancaria »

     

    BONIFICO BANCARIO CONTINUATIVO

    Se sei possessore di un conto corrente postale o bancario puoi dare ordine alla tua banca o ufficio postale di addebitare periodicamente la quota di adozione sul tuo conto, fino a tua revoca.

    Scarica il modulo bonifico bancario continuativo »


    CARTA DI CREDITO

    Se hai una carta di credito Visa, Cartasì, Mastercard o American Express scarica il modulo di versamento automatico.

    Scarica il modulo per il versamento automatico carta di credito »


     

    BOLLETTINO POSTALE

    Intestando periodicamente la tua donazione a: Fondazione Mission Bambini, ccp N° 17252206. Ti invieremo periodicamente i bollettini postali precompilati per effettuare le donazioni.

     

    ASSEGNO BANCARIO

    Puoi inviare il tuo assegno NON TRASFERIBILE intestato a: Fondazione Mission Bambini Onlus Via Ronchi 17 - 20134 Milano

     

    AGEVOLAZIONI FISCALI

    Ricorda inoltre che la Fondazione Mission Bambini è una ONLUS regolarmente riconosciuta e che hai quindi diritto a ricevere degli incentivi fiscali. Scopri come!

    Alcuni dei sostenitori che hanno intrapreso con noi l'adozione a distanza, ci hanno portato la loro testimonianza, per spiegare cosa li ha spinti a prendere questa decisione, o cosa hanno provato nel ricevere informazioni sul bambino o sul gruppo di bambini da loro adottato.

    Alcuni di questi sostenitori hanno avuto anche l'opportunità di andare a visitare direttamente il progetto di adozione a distanza in cui sono coinvolti i bambini o il bambino adottato.

    Leggi le loro testimonianze e se hai intrapreso anche tu un'adozione, decidi di inviarci anche la tua!

  • 20 aprile 2006, Testimonianza di Giuseppe Bonasso, a nome dell'associazione "Musica d'Insieme" »
  • 2 febbraio 2005, Testimonianza di Giancarlo Campalto »
  • 3 novembre 2004, Testimonianza di Enzo La Forgia »
  • 29 settembre 2004, Testimonianza di Francesca Riccio »
  • 4 Giugno 2004, Testimonianza di Luca C. »
  • 12 Maggio 2004, Testimonianza di Clara Lanzara »
  • 3 Febbraio 2004, Testimonianza della squadra di calcio femminile "Fiammamonza" »
  • La tua donazione

    1) Come faccio a ricordarmi le scadenze?

    Scegli come forma di versamento il prelievo automatico (RID) tramite banca, posta o carta di credito: non dovrai ricordarti le scadenze, non dovrai fare code in posta o in banca e non pagherai commissioni ulteriori sulle tue donazioni.
    Inoltre, il prelievo automatico non è solo comodo e sicuro, ma è anche solidale, perché ci permette di pianificare meglio il nostro lavoro, garantendo ai bambini un aiuto costante, fino a che tu lo vorrai.

    2) La mia donazione è sicura?

    Sì, teniamo alla tua sicurezza! Per questo motivo puoi donare sul nostro sito senza preoccupazioni, perché i dati della tua carta di credito vengono crittografati da PayPal e da Banca Sella con i migliori standard di protezione. Per qualsiasi necessità o se preferisci donare in un altro modo, chiamaci allo 02 2100241 oppure clicca qui.

    3) Quante persone possono contribuire all’adozione?

    Nel caso dell’adozione in vicinanza ciascun sostenitore viene associato a un intero gruppo di bambini: il sostegno economico necessario viene pertanto ripartito tra più donatori, fino a che il costo complessivo del progetto non viene raggiunto. Per questo motivo la quota di un’adozione in vicinanza è più bassa rispetto a quella del sostegno a distanza. Naturalmente, un gruppo di bambini può essere sostenuto da una coppia, da una famiglia, da fratelli e/o sorelle, a nome di una scuola, una classe, un’azienda, un gruppo di amici. In questi casi è importante segnalare un unico intestatario, che si farà carico di eseguire tutte le donazioni.

    4) Posso dedurre il mio contributo?

    Sì! Se vuoi saperne di più e trovare tutte le informazioni utili su come dedurre il tuo contributo, clicca qui e visita la pagina dedicata alle agevolazioni fiscali presente sul nostro sito.
    E ricorda: conserva le ricevute delle tue donazioni! La ricevuta è infatti l'unica attestazione valida ai fini della deduzione fiscale.

    5) Quanto dura l’adozione e quando posso interromperla?

    Per prima cosa devi conoscere un aspetto importante: quanto più il tuo impegno è costante e prolungato nel tempo, tanto più il tuo aiuto risulta efficace e di impatto.
    Nel caso in cui però, per diversi motivi, ti trovassi in condizione di non poter più mantenere l'impegno assunto, potrai interrompere la tua adozione in qualsiasi momento. Ti chiediamo solo di informarci tempestivamente, scrivendo a adozioni@missionbambini.org oppure telefonando al numero 02 2100241.
    Allo stesso modo sarà semplice riprendere la tua adozione, se lo vorrai. Basta una telefonata oppure una email ai nostri contatti, gli stessi riportati qui sopra.


    I materiali a tua disposizione: welcome kit e aggiornamenti

    6) Quali materiali riceverò all’attivazione dell’adozione?

    Una volta attivata la tua adozione, riceverai un welcome kit, comprendente una scheda con la fotografia e le informazioni sul gruppo di bambini da te sostenuti, un portafotografie e una cartelletta dove potrai riporre le comunicazioni che ti invieremo durante l’anno.

    7) Quanti e quali aggiornamenti mi invierete durante l’anno?

    Durante l’anno avrai accesso a una pagina personale online, visibile solo a te, all’interno della quale ti invieremo due aggiornamenti: fotografie, disegni, letterine e altri lavoretti dei bambini, oltre al rendiconto delle attività realizzate grazie al tuo sostegno.
    Digitale significa veloce, perché riceverai gli aggiornamenti più rapidamente; sostenibile a livello ambientale ed economico, perché eviteremo di utilizzare materiale cartaceo e risparmieremo sui costi di produzione e di spedizione; personalizzato, perché le comunicazioni saranno rivolte esclusivamente a te!


    Lettere, regali, visite: che cosa puoi fare e che cosa no

    8) È possibile scrivere o inviare pacchi regalo ai bambini?

    All’interno della tua pagina personale (vedi domanda 7) troverai uno spazio dedicato dove, se vorrai, potrai lasciare un tuo messaggio da far avere ai bambini sostenuti. Usa un linguaggio semplice e tieni presente che i bambini sono normalmente già inseriti in un nucleo familiare: ti chiediamo quindi di non rivolgerti a loro come a dei figli, né di presentarti nelle vesti di genitore.
    Non sempre i bambini rispondono ai messaggi: molto spesso non sanno ancora scrivere o si trovano in difficoltà a intrattenere un rapporto epistolare, soprattutto con una persona lontana che non conoscono. Pertanto, è spesso il responsabile del progetto che risponde a nome loro.
    Non è invece possibile inviare pacchi regalo, perché creerebbero una forte disparità tra i bambini che ricevono il regalo e i bambini che non lo ricevono.

    9) È possibile andare a trovare i bambini?

    Se hai adottato in vicinanza un gruppo di bambini, una volta all'anno riceverai un invito per andare a trovarli, ad esempio in occasione della festa di fine anno dell'asilo.
    Qualora desiderassi vivere un’esperienza di volontariato e andare a visitare un nostro progetto in Italia, la nostra Fondazione organizza più volte all’anno dei momenti formativi: mettiti in contatto con il nostro ufficio volontariato per ricevere maggiori informazioni! Puoi scrivere all’indirizzo email volontari@missionbambini.org oppure telefonare al numero 02 2100241.

     

    Manca l'acqua!

    04 Settembre 2008

    Secondo un recente rapporto di UN Water, organo delle Nazioni Unite, più di 700 milioni di persone in oltre 40 Paesi sono colpite da scarsità d’acqua. Si stima che ogni anno più di 1,5 milioni di bambini muoiono per malattie legate alla mancanza di acqua pulita.

    Coerentemente con la propria missione e con gli Obiettivi del Millennio, Mission Bambini dedica una grande attenzione al finanziamento di progetti finalizzati ad un miglior utilizzo della risorsa “acqua”, sostenuti attraverso la campagna “Manca l’acqua!”.

    La disponibilità di acqua pulita cambia la vita delle comunità, specie in ambito rurale. I bambini sono i primi beneficiari: la loro salute migliora, le loro scuole e le loro case hanno servizi igienici funzionanti e sistemi per smaltire le acque nere, i loro genitori possono usare l’acqua per fini agricoli.

    Gli interventi di miglioramento dell’accesso all’acqua potabile sostenuti dalla Fondazione consistono nell’escavazione di nuovi pozzi, nel recupero di reti idriche danneggiate, nella potabilizzazione di acque provenienti da falde inquinate, nella realizzazione di sistemi di distribuzione idrica per fini agricoli o sociali. A questi interventi si accompagnano quelli finalizzati a favorire nei bambini e nelle loro comunità comportamenti di hygiene promotion (promozione dell’igiene) e al miglioramento delle strutture sanitarie.

     

    COSA PUOI FARE TU:

    con 15 euro garantisci acqua pulita per un anno ad un bambino;

    con 20 euro doni cibo e vestiti a un bambino;

    con 30 euro ci aiuti a pagare i materiali per la costruzione di un pozzo;

    con 50 euro garantisci da bere a un’intera famiglia per un anno;

    con 100 euro ci aiuti a coprire le spese per individuare dove costruire un pozzo.

    Offri subito il tuo contributo »


    Obiettivo della campagna: Dare accoglienza a orfani e bambini di strada tramite la costruzione, la riabilitazione e il sostegno di centri di accoglienza e case-famiglia
    Obiettivo di raccolta fondi: 419.300 euro
    Progetti in corso: 20
    Luoghi di intervento: Cameroun, Eritrea, Kenya, RDC, Sudafrica, Uganda, Birmania, Cambogia, Filippine, Laos, Nepal, Tailandia, Messico, Perù, Ecuador, Moldavia, Serbia
    A favore di: 22195 bambini


    Vivono sulla strada e lavorano per racimolare qualche soldo per sopravvivere. Sono i bambini di strada. Sono soli, senza guida, non hanno un posto dove dormire, non ricevono né istruzione né cure mediche e sono esposti ai peggiori abusi fisici e psicologici. Il loro numero è in continuo aumento. Nel mondo vi sono 150 milioni di bambini di strada, in grave stato di abbandono. Hanno una età compresa tra i 3 ed i 18 anni: il 40% di questi bambini non ha una casa, il 60% lavora per strada per mantenersi e per mantenere fratelli e sorelle più piccoli.
    Svolgono i lavori più umili e più pericolosi, spesso vengono coinvolti nei traffici della droga, della malavita e della prostituzione.
    I più fortunati tra loro chiedono l'elemosina, vendono caramelle, giornali, lustrano scarpe, raccolgono rifiuti sulle strade, nelle discariche, sulle spiagge affollate di turisti. Molti consumano droga o inalano colla come unica via di fuga dalla dura realtà che si trovano a vivere. Sono bambini soli e allo sbando. La Fondazione ha deciso di intervenire per aiutare i bambini di strada e in stato di abbandono, attraverso la costruzione ed il sostegno di case famiglia e di centri di accoglienza.

    In queste strutture i bambini trovano alloggio, ricevono vestiti, cibo, cure sanitarie, assistenza psicologica, istruzione,
    formazione, svago. Si ricrea un ambiente familiare, protetto e sicuro, con adulti che fanno da guida, per dare ai bambini
    l'opportunità di crescere e di integrarsi nella società. Aiutaci anche tu a fare in modo che questi bambini non siano "mai più soli"!

    Per conoscere e approfondire i progetti che fanno parte di questa campagna, effettua nel motore di ricerca progetti la selezione per la campagna "Mai più soli".

    Per contribuire alla campagna:

  • con 5 euro doni un pallone
  • con 10 euro offri 100 mattoni
  • con 20 euro doni cibo e vestiti a un bambino
  • con 30 euro offri assistenza sanitaria
  • con 50 euro offri un banco o una sedia
  • con 100 euro offri formazione a un educatore di strada

    Offri subito il tuo contributo »
  •  

    Obiettivo della campagna: Prevenire la trasmissione dell'AIDS da madre a neonato e curare i bambini malati tramite la fornitura di farmaci e la divulgazione delle informazioni utili alla prevenzione e contro lo stigma sociale
    Obiettivo di raccolta fondi: 163.000 euro
    Progetti in corso: 9
    Luoghi di intervento: Guinea Bissau, Ghana, Sudan, India, Cambogia, Perù
    A favore di: 1925 bambini



    Nel mondo si contano 36,5 milioni di persone affette dal virus dell'HIV. I bambini sono le principali vittime di questa pandemia. Ogni minuto un bambino muore per cause legate all'AIDS mentre i bambini orfani di uno o entrambi i genitori a causa dell'AIDS sono più di 15 milioni.

    Oggi basta un farmaco, la nevirapina, per evitare la trasmissione del virus da mamma a neonato; è sufficiente darlo alle mamme malate di AIDS durante il parto, ed al neonato, subito dopo la nascita, per fare in modo che l'80-90% dei bambini nascano senza il virus dell'HIV e possano sperare di vivere. Per una terapia così semplice, ma così importante, in molti Paesi in via di sviluppo, soprattutto in Africa, manca tutto: mancano gli strumenti per eseguire il test HIV, mancano i farmaci, mancano i soldi per comprarli, manca la cultura della prevenzione.

    Con la campagna "Salviamo i bambini dall'AIDS" la Fondazione Mission Bambini vuole realizzare 9 progetti in ogni parte del mondo con obiettivi concreti: prevenire la trasmissione dell'AIDS dalla madre al neonato, curare i bambini affetti da HIV, curare le mamme malate, informare e sensibilizzare le comunità locali per realizzare attività di prevenzione e superare l'emarginazione sociale.

    Per conoscere e approfondire i progetti che fanno parte di questa campagna, effettua nel motore di ricerca progetti la selezione per la campagna "Salviamo i bambini dall'Aids".

    Per contribuire alla campagna:

  • con 25 euro salvi un neonato dall'Aids
  • con 30 euro fornisci i farmaci a una mamma per un mese
  • con 40 euro consenti a 10 donne incinte di fare il test dell'HIV
  • con 60 euro fornisci i farmaci a un bambino sieropositivo per 2 mesi

    Offri subito il tuo contributo »
  • IO VADO A SCUOLA

    04 Settembre 2008


    Obiettivo della campagna: Dare ai bambini l'opportunità di andare a scuola tramite la costruzione, la riabilitazione e il sostegno di scuole
    Obiettivo di raccolta fondi: 133.800 euro
    Progetti in corso: 10
    Luoghi di intervento: Etiopia, Cameroun, Uganda, India, Nepal, Palestina, Haiti, Nicaragua, Rep. Dominicana, Salvador
    A favore di: 2033 bambini


    L'istruzione è un diritto umano fondamentale; tutti i bambini al mondo dovrebbero poter frequentare la scuola primaria per 5 anni, il tempo riconosciuto necessario per ottenere una corretta alfabetizzazione di base.
    Avere accesso alla scuola primaria è molto più che imparare a leggere, scrivere e fare i conti. In Paesi poveri e con alti tassi di incremento demografico, le nuove generazioni rappresentano la ricchezza più importante e la migliore speranza di spezzare la catena che collega ignoranza, povertà, sfruttamento e sottosviluppo.

    I dati a livello mondiale sono purtroppo allarmanti: l'82% della popolazione è analfabeta e sono 120 milioni i bambini che ancora non hanno l'opportunità di andare a scuola. Il problema è soprattutto femminile: infatti 1 bambina su 2 in età scolare non frequenta la scuola elementare.

    La campagna "Io vado a scuola" della Fondazione Mission Bambini ha l'obiettivo di garantire a tutti i bambini e le bambine nei Paesi in via di sviluppo la possibilità di frequentare la scuola primaria.
    Sono 10 i progetti in corso nel settore dell'istruzione, in Africa, Asia e America Latina: si tratta, nella maggior parte dei casi, di costruzione di scuole e di mense scolastiche, di fornitura di attrezzature e materiale didattico o di sostegno per il funzionamento delle scuole.

    L'impegno di raccolta fondi che ci siamo presi in carico è davvero molto importante: infatti sono necessari 133.800 euro per consentire a 2033 bambini di andare a scuola. Dai anche tu il tuo contributo!

    Per conoscere e approfondire i progetti che fanno parte di questa campagna, effettua nel motore di ricerca progetti la selezione per la campagna "Io vado a scuola!".

    Per contribuire alla campagna:

  • con 10 euro doni un kit scolastico
  • con 20 euro doni due sacchi di cemento
  • con 50 euro doni un banco o una sedia
  • con 100 euro doni una porta e una finestra

    Offri subito il tuo contributo »