Da oggi indossiamo
una coccarda!

Da oggi indossiamo una coccarda!

Un simbolo che premia la nostra trasparenza verso fundraiser e donatori

  • Condividi su:

ASSIF e Italia non profit riconoscono così il nostro impegno a tutelare la professione del fundraiser, garantendogli una giusta retribuzione, e a restituire chiarezza ai donatori.

 

L’adozione del Memorandum e del Codice Etico di ASSIF

La nostra Fondazione ha da subito sottoscritto il Memorandum e il Codice Etico dell’Associazione Italiana Fundraiser, a testimonianza del nostro costante impegno a conferire più dignità alla professione dell’addetto alla raccolta fondi e a garantire più trasparenza ai nostri donatori su come svolgiamo la nostra attività. 

Rispettare gli operatori del fundraising significa garantire loro una giusta retribuzione, commisurata a competenza, esperienza, tempo impiegato, e vietare la pratica del compenso esclusivamente a percentuale, tra i metodi retributivi non accettati in Italia.

Il guadagno parametrato solo in base ai risultati è inoltre scorretto verso il donatore: oltre a essere poco trasparente, aggrava l’onere dell’investimento che ogni organizzazione non profit dovrebbe garantire per il proprio sviluppo.

 

La coccarda come simbolo di trasparenza operativa

Il simbolo della coccarda testimonia la sottoscrizione da parte nostra del Memorandum e del Codice Etico di ASSIF e rappresenta quindi un segno tangibile della nostra sensibilità e attenzione verso gli attori del terzo settore, in particolare i fundraiser e i donatori.

Vuoi sapere di più su come garantiamo trasparenza e chiarezza?
Leggi il nostro Annual Report 2019 >>>