Riparte la campagna #GivetheBeat

Riparte la campagna #GivetheBeat

Riparte la campagna #GivetheBeat

  • Condividi su:

È una questione di cuore. 80 bambini con il cuore gravemente malato stanno aspettando il nostro aiuto per essere operati. Senza non ce la faranno.
Unisciti a noi, batti un colpo insieme faremo ripartire il loro cuore!

Perché la campagna #GivetheBeat?

Sentire un cuore che ricomincia a battere, è una delle emozioni più forti che abbiamo mai provato!


Elvis Giovanni DiffidentiElvis è stato il primo bambino cardiopatico che abbiamo operato: era il 2005 e lui aveva 8 anni. Dopo l'operazione aveva una cicatrice di 20 cm, ma sopra svettava il suo sorriso, segno della vittoria contro la malattia. Adesso è un ragazzo adulto, vive con la nonna in Zimbabwe, studia e gode di ottima salute.

Dopo Elvis più di 2.066 cuori continuano a battere grazie al nostro impegno a sostegno del programma "Cuore di bimbi". Ma ci sono ancora tanti bambini che nascono nei Paesi più poveri con una grave cardiopatia e destinati a morte certa se non interveniamo. Per questo abbiamo creato la campagna di crowdfunding #GivetheBeat sulla piattaforma di Rete del Dono, perchè tutti noi possiamo fare la differenza se lo vogliamo davvero.

Grazie ai nostri fundraiser, gli heartbeater, e a tutti coloro che hanno partecipato con una donazione, l'anno scorso abbiamo raccolto 114.594 euro (tra donazioni arrivate direttamente online su Rete del Dono e donazioni offline con bonifico bancario), che nell'arco di quest'anno ci hanno permesso di operare e salvare 205 bambini malati di cuore.

Nel 2020 vogliamo salvare altri 80 bambini con #GivetheBeat.

mamma bambinoInsieme ai nostri medici volontari abbiamo identificato gli 80 casi più urgenti: sono bambini che vivono in Birmania, Cambogia, Eritrea, Etiopia, Kenya, Somalia, Uganda, Zimbabwe. Ma la lista d’attesa dei bambini che attendono l'operazione salva-vita si allunga ogni giorno che passa: dobbiamo intervenire al più presto, perché senza il nostro aiuto non ce la faranno.

 

Per questo la campagna di crowdfunding #GivetheBeat è ripartita nei giorni scorsi, con un obiettivo ambizioso: insieme ai nostri heartbeater e a Fondazione Mediolanum vogliamo raccogliere 100.000 euro entro il 19 gennaio per salvarli tutti!

Per salvare un bambino sappiamo che il costo medio di un'operazione al cuore nei Paesi in cui interveniamo è di circa 1500 euro. Aiutaci anche tu: fai la tua donazione e ricevi subito la tua ricompensa.

Scoprile tutte su givethebeat.it

 

Batti anche tu un colpo: partecipa a #givethebeat »

 

L'unione fa la forza: grazie ai nostri Heartbeater...

Desideriamo ringraziare i nostri favolosi fundraiser, gli heartbeater, che anche quest'anno sono scesi in campo con noi per aiutarci a raccogliere fondi per salvare i bambini cardiopatici.  

 

 ... e grazie a Fondazione Mediolanum che raddoppierà tutte le donazioni!

Fondazione Mediolanum Onlus è tra le realtà che da anni sostengono Mission Bambini e in particolare il Programma "Cuore di bimbi". A dicembre 2015 hanno sostenuto la missione operatoria organizzata presso l'Angkor Hospital di Siem Reap in Cambogia. Alla missione ha preso parte anche Sara Doris, Presidente Esecutivo di Fondazione Mediolanum Onlus, insieme ad alcuni collaboratori e Clienti di Banca Mediolanum. Da lì è nato un grande amore per "Cuore di bimbi" e la decisione di schierare anche quest'anno un gruppo di suoi “heartbeater” a fianco dei nostri.

 

mediolanum givethebeat

Vedere ripartire un cuore è una delle emozioni più belle che abbiamo mai provato. Insieme potremo salvarne molti di più.

 

Unisciti a noi, batti un colpo! #GivetheBeat »