UGANDA: prosegue il progetto “Agro-forestry”

  • Condividi su:

Il progetto di Agroforestry in Karamoja, avviato nell’ambito degli interventi mirati a contrastare la malnutrizione infantile attraverso un programma di accesso a risorse naturali consone all’ecosistema della regione, ha riguardato sia interventi infrastrutturali sia attività di formazione.

 

Gli interventi di agroforestry, mirati a sviluppare in ogni struttura scolastica la creazione di lotti di terreno coltivati a cereali delimitati da siepi di protezione (dal vento e dall’erosione del suolo) e piantumati con alberi da legna e da frutta naturale, hanno permesso di aumentare la produzione di cibo nelle due scuole e di migliorarne l’impatto ambientale

Nella scuola di Atedeoi è stata installata una pompa solare che assicura una produzione giornaliera di 14 m³ di acqua. È stata costruita la cucina che, completata da tavoli in muratura, permette una distribuzione dei piatti non più fatta per terra. Sono state poi acquistate 2 stufe/cucine, della capacità di 250 litri l’una, il che ha permesso una riduzione del 70% di legna utilizzata, con un impatto ambientale positivo e un buon risparmio economico della scuola. In luogo delle toilette, inizialmente previste dal progetto ma la cui costruzione è stata avocata dal Distretto, sono state costruite due aule per sostituire le tre classi-capanne di paglia utilizzate in seguito ai danni subiti dalla scuola durante il periodo delle piogge.

Kakingol ha sofferto di un grosso problema di mancanza di acqua: le tubature a monte dell’acquedotto esistente, hanno richiesto, per ben 4 volte nel corso dell’anno, pesanti interventi di riparazione nei periodi di piena del torrente. Nonostante ciò è stato possibile procedere alla piantumazione interna ed esterna alla scuola, delimitandone il perimetro e creando spazi verdi a frutteto fra i blocchi delle classi e le abitazioni dei maestri).

Il tasso di sopravvivenza delle piante e la resa degli ortaggi sono stati soddisfacenti. Comprensibile la superiorità dei risultato ad Atedeoi, a causa dei problemi causati dalla ridotta funzionalità dell’acquedotto di Kakingol.

In entrambe le scuole nel corso dell’anno sono stati realizzati corsi teorico-pratici riguardanti i temi dell’agroforestazione, dell’ambiente e delle tecniche di coltivazione più appropriate. Grazie alla collaborazione tra tutti i diversi soggetti del progetto (costruita sulla base di un significativo rispetto delle esigenze e delle professionalità), la qualità educativa delle lezioni pratiche e la formazione sul campo dei docenti (il 75% ha superato il punteggio minimo nel test finale), hanno significativamente favorito conoscenza e principi della gestione dell’ambiente e facilitato l’educazione allo sviluppo sostenibile.

La componente umana delle scuole di Atedeoi e Kakingol si è rivelata notevole fattore di successo. Da sottolineare l’impegno al coinvolgimento della comunità circostante, rivelatosi prezioso per risolvere problemi contingenti (quali per es. l’innaffiatura nei periodi di chiusura delle scuole).

{gallery}91925{/gallery}