Formazione e avvio
al lavoro

Formazione e avvio al lavoro

Dal 2011:

  • 7000 studenti sostenuti negli studi
  • 400 tirocini formativi avviati
  • 14 imprese sociali sostenute

Educazione e lavoro

  • Condividi su:

Obiettivo: Prevenire l'abbandono scolastico e favorire l'occupazione giovanile
Anno di avvio:
2011

 simbolo-PUNTO-INTERROGATIVO-problema Il problema: 2,2 milioni di NEET

Non studiano e non lavorano: sono i NEET (Not in Education, Employment or Training). In Italia, secondo gli ultimi dati dell'Università Cattolica - 2,2 milioni di giovani tra i 15 e i 29 anni d'età sono fuori da percorsi di studio o formazione e dal mercato del lavoro. Il tasso UE è pari al 14,2%, ma sale al 24,3% nel nostro Paese: in Italia un giovane su quattro è un NEET e non ha prospettive per il proprio futuro.

Tra le fasce d'età più a rischio vi sono gli studenti dei primi anni delle scuole secondarie di secondo grado, che in caso di abbandono scolastico interrompono gli studi e hanno ancora meno possibilità di trovare lavoro.

 

Anche tu puoi sostenere questa campagna! 

Dona ora! »

con 20 euro offri una sessione di orientamento professionale a un gruppo di giovani
- con 80 euro offri 1 settimana di tirocinio in azienda a un giovane
- con 300 euro offri 1 mese di tirocinio in azienda a un giovane 

 

simbolo-CUORE-risposta Il nostro impegno per studenti e giovani

Mission Bambini è impegnata dal 2006 in progetti di prevenzione dell’abbandono scolastico e dal 2011 in progetti che favoriscono l'ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. In questi anni abbiamo accompagnato nello studio più di 7.000 studenti, attraverso il sostegno a centri diurni e doposcuola distribuiti su tutto il territorio nazionale e in particolare in contesti caratterizzati da degrado urbano e forte disagio sociale.

Più di 400 giovani hanno avuto l'occasione di fare una prima esperienza professionale, attraverso tirocini formativi in aziende del loro territorio di residenza o in nuove imprese sociali sostenute dalla Fondazione.

Un unico ambito d'intervento

Dal 2017, Mission Bambini ha deciso di unire nell’unico ambito di intervento Educazione e Lavoro tutti questi progetti, a partire dalla consapevolezza che le azioni di reinserimento scolastico e di formazione al lavoro sono strettamente correlate e con l'obiettivo di creare una filiera continuativa di attività che accompagni i giovani dalle scuole secondarie fino all’ottenimento di un lavoro.

Obiettivo e beneficiari

I progetti sostenuti attraverso il nuovo ambito di intervento Educazione e Lavoro hanno l'obiettivo generale di individuare, coinvolgere e attivare giovani a rischio o già nella condizione di NEET, promuovendo il talento personale come elemento di successo, ampliando le possibilità sia formative che lavorative (specialmente nei contesti più svantaggiati) e creando percorsi efficaci per migliorare le capacità di impiego. I beneficiari sono adolescenti e giovani tra gli 11 e i 24 anni d'età.

Azioni previste

Le azioni previste all'interno dell’ambito di intervento Educazione e Lavoro sono diverse, a seconda della tipologia di beneficiari a cui sono rivolte. Innanzitutto gli interventi di tutoraggio e consulenza preliminari per i giovani nella condizione di NEET, per individuare il percorso più adatto per ciascuno. Per gli studenti e per i giovani interessati a rientrare nel percorso scolastico: interventi di sostegno allo studio, laboratori esperienziali, scuola bottega per imparare attraverso il fare e scuola della seconda opportunità che prevede il coinvolgimento di educatori professionali, psicologi e pedagogisti. Per i giovani che intendono inserirsi nel mercato del lavoro: interventi di orientamento e motivazione al lavoro, percorsi per l’acquisizione di competenze trasversali, formazione di gruppo per l’acquisizione di specifiche competenze lavorative, sostegno alla ricerca attiva di lavoro. Per i giovani avviati al lavoro: tirocini formativi in azienda, tutoring individuale durante e dopo i tirocini, sostegno all’avvio di micro-imprese.

Mission Bambini prevede inoltre di avviare un caso di studio sul Progetto Nove+, un progetto a implementazione diretta promosso dalla Fondazione stessa nella zona 9 di Milano e che per il tipo di azioni realizzate rientra nell’ambito di intervento Educazione e Lavoro. Lo studio verrà condotto con l’approccio metodologico della Teoria del Cambiamento, che consente di pianificare, programmare e valutare in modo più efficace le proprie iniziative in un'ottica di cambiamento duraturo e misurabile.

 

Cosa puoi fare tu

Un intervento ha dato al piccolo Notion, un bambino cardiopatico di 2 anni dello Zimbabwe, la speranza di un futuro che altrimenti non avrebbe potuto avere. Margherita Castellan, coordinatrice dei volontari di Mission Bambini, ci ha raccontato la storia del piccolo e la gioia nel vedere che dopo l'operazione salva-vita stava bene! Leggi la sua testimonianza

Gli ultimi articoli

  • 25 Ottobre 2018 di Arianna Nobili

    Si è conclusa oggi la sesta edizione del Philanthropy Day, la giornata dedicata ai più innovativi strumenti per una nuova filantropia, promossa da Fondazione Lang Italia. Alla tavola rotonda eravamo presenti anche noi, vi raccontiamo di cosa si è parlato.

Tutti gli articoli »